Partecipa a Termoli Notizie

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Meglio le scommesse exchange o il betting online classico?

Condividi su:

Le scommesse online hanno cambiato per sempre il settore del gioco d'azzardo, offrendo agli appassionati una varietà molto ampia di opzioni. Tra queste, spiccano due grandi categorie: le scommesse exchange e il betting online classico. Le prime permettono agli utenti di agire sia come scommettitori sia come bookmaker, proponendo e accettando le quote. Il betting tradizionale, invece, segue un modello che in tanti conoscono già: le quote vengono proposte direttamente dai bookmaker, e non sono scambiabili né modificabili. La scelta dipende da fattori come l'esperienza, la voglia di cambiare e la bravura.

Come funzionano le scommesse exchange online?

Le scommesse exchange online rappresentano una forma di betting particolare, caratterizzata dalla possibilità per gli utenti di puntare contro altri giocatori, piuttosto che contro il bookmaker stesso. Questo sistema è basato sulla creazione di un luogo virtuale in cui ogni scommettitore può proporre o accettare quote per degli eventi specifici, permettendo così la nascita di una sorta di mercato borsistico.

In tale contesto, il sito che ospita le scommesse exchange si limita a fornire la piattaforma necessaria per lo scambio, occupandosi della gestione del conto e della correttezza delle transazioni. Di fatto, assume un ruolo del tutto neutrale: una sorta di supervisor che, ovviamente, in cambio del suo servizio ottiene una commissione in percentuale su ogni scommessa.

Il meccanismo delle scommesse exchange si basa su due figure: il backer è l'utente che punta su una certa scommessa (a favore dell'esito), mentre il layer punta contro. Quando un backer sceglie una quota proposta da un layer e decide di puntarci sopra, si concretizza la scommessa. La particolarità sta nel fatto che ogni quota è frutto di una decisione personale: come detto, non viene proposta dal bookmaker ma dall'utente stesso.

Ciò crea un sistema maggiormente flessibile, con la possibilità di puntare e vincere cifre più alte rispetto alle scommesse tradizionali. Ma il livello di rischio si alza, ed è per questo motivo che il betting exchange viene consigliato soltanto a chi ha già una discreta esperienza con il settore delle scommesse sportive.

Meglio il betting exchange o le scommesse classiche?

Tra i vantaggi principali dell'utilizzo delle piattaforme di exchange troviamo la presenza di quote più vantaggiose, che un normale bookmaker non avrebbe mai proposto. L'obiettivo, infatti, è attirare l'interesse degli altri scommettitori, creando una vera e propria competizione "face to face", ovvero backer contro layer. Si parla di una modalità che, per certi versi, ricorda il trading, ma questo vale anche per i rischi correlati, che sono superiori.

Un altro aspetto interessante dell’exchange è la possibilità di scommettere sulla non realizzazione di un evento (lay betting): una forma di gioco che solitamente i bookmaker classici non amano e non praticano. La principale criticità, come sottolineato più volte, riguarda appunto le poste in palio, che rappresentano un po' un'arma a doppio taglio: convengono se si vince, non convengono se si perde. 

Da qui la necessità di dedicarsi al betting exchange solo se si possiede molta esperienza e una buona familiarità con i concetti alla base di questo sistema. In caso contrario, infatti, conviene piuttosto continuare a dedicarsi alle scommesse online classiche.

Condividi su:

Seguici su Facebook