“Giornata Mondiale della Poesia”, alla Biblioteca comunale “G. Perrotta” si svolgerà “Lyrics and reality. La canzone come poesia e specchio della realtà”.

Sabato 17 Marzo 2012, alle ore 17.30,

| di Il portavoce del Comune di Termoli Dott.ssa Cristina Tirelli
| Categoria: Arte
STAMPA
In occasione delle manifestazioni organizzate nel quadro della “Giornata Mondiale della Poesia”, promossa dalla Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, sabato 17 marzo 2012, alle ore 17.30, nella Biblioteca comunale “G. Perrotta” di Termoli, si svolgerà l’evento intitolato: “Lyrics and reality. La canzone come poesia e specchio della realtà”; un progetto realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del comune e la Scuola di Lingua British School di Termoli. Il 17 marzo in Irlanda si celebra la festa nazionale dedicata a San Patrizio che, unitamente a San Columba di Iona e Santa Brigida d'Irlanda, è il patrono del Paese. Gli studenti del Corso First Certificate, livello B 2, del Consiglio d’Europa, della scuola d’inglese British School, guidati dalla direttrice Rosa Maria Marino e dall’insegnante di madrelingua irlandese Susan Keane, in tale occasione declameranno i testi originali, con relativa traduzione in italiano, delle seguenti canzoni: Earth song (Michael Jakson), Imagine (John Lennon), Father and son (Cat Stevens), Blowing in the wind (Bob Dylan), Sunday Bloody Sunday (U2), Biko (Peter Gabriel), Here’s to you, Nicola and Bart (Joan Baez). Intervento dell’assessore alla Cultura, Michele Cocomazzi: "E’ con vero piacere che plaudo all'iniziativa “Lirycs and reality. La canzone come poesia e specchio della realtà”, organizzata in occasione della celebrazione della Giornata Mondiale della Poesia. Ancor più accolgo con soddisfazione l'idea di poter celebrare l'evento all'interno della nuova biblioteca comunale, al fine di intessere rapporti di interscambio culturale con le innumerevoli agenzie presenti sul territorio. La coincidenza della Giornata Mondiale della Poesia con la festa nazionale irlandese permetterà, per il tramite della British School, di declamare versi in madre lingua appartenenti a testi e autori memorabili della musica internazionale, da qui analizzando e facendo emergere messaggi e principi sacrosanti della convivenza civile. Dunque un momento solenne di vita culturale cui auspico la più proficua considerazione possibile, certo della nutrita presenza di giovani. Questo evento è il primo di una serie, speriamo la più lunga possibile, che ci ha visto intessere una fertile collaborazione anche con l'Università del Molise, essendo l'Ateneo presente nella nostra città; una collaborazione che mira non solo a rafforzarne i legami istituzionali ma soprattutto a far sì che il mondo accademico ci aiuti a sviluppare e potenziare l'impatto culturale e di promozione umana del nostro territorio a beneficio dell'intera comunità cittadina locale". Durante l’evento saranno proiettati i relativi video e discussi importanti contenuti, come, ad esempio, la pena di morte, con l’ingiusto sacrificio, negli USA degli anni Venti, di Sacco, nativo della vicina Torremaggiore (FG) e Vanzetti, al fine di coinvolgere e sensibilizzare il giovane pubblico a queste importanti tematiche ancora oggi attuali. Si tratta del primo di una serie di eventi che saranno successivamente proposti all’interno dei locali della nuova struttura bibliotecaria termolese, inaugurata a fine dicembre scorso. L’iniziativa è stata ideata, promossa e curata dalla dottoressa Maria Assunta Fazzano, collaboratrice Formez del progetto Molise Cultura della Regione Molise.

Il portavoce del Comune di Termoli Dott.ssa Cristina Tirelli

Contatti

redazione@termolinotizie.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK