Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Traslocare a Roma: 3 consigli per non impazzire

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Il trasloco può rivelarsi una vera e propria tragedia: sono le stesse statistiche a dirlo, si tratta di una delle maggiori fonti di stress e questo chi ne ha già affrontato uno lo sa molto bene! Quando arriva il momento di cambiare casa e portare via tutte le proprie cose dal vecchio appartamento ci si rende conto di aver accumulato davvero moltissimo nel corso degli anni. Sembra incredibile quante cose riescano a starci all'interno di una singola abitazione ma quando traslochiamo ce ne rendiamo improvvisamente conto e non è mai divertente come scoperta!

Se vi trovate nella Capitale e dovete affrontare un trasloco siete però fortunati: a Roma infatti esistono alcuni servizi che possono rivelarsi comodissimi ed il bello è che i prezzi sono super competitivi. Un tempo non era così, ma adesso sono talmente tante le ditte che offrono servizi specializzati che le tariffe si sono abbassate notevolmente, specialmente per quanto riguarda i traslochi Roma nord. Al di là di questo, comunque, vale sempre la pena organizzarsi al meglio ed evitare di commettere i classici errori da principianti. Oggi vi diamo alcuni consigli per gestire il trasloco nel migliore dei modi, senza impazzire e senza stress.

#1 Procurarsi tutto il necessario prima di iniziare

Prima di iniziare il trasloco è importante procurarsi tutto il necessario, altrimenti si butta via un sacco di tempo inutilmente. Dobbiamo avere ogni cosa a portata di mano, in modo da non innervosirci e poter fare tutto con calma non appena abbiamo un po' di tempo libero. Ecco cosa occorre per imballare tutti gli oggetti in modo accurato:

  • Scatoloni (si possono acquistare oppure recuperare nei supermercati);
  • Scatole per vestiti (sono davvero molto comode);
  • Nastro adesivo da imballaggi;
  • Pennarello indelebile;
  • Rotolo di pluriball per gli imballaggi più delicati;
  • Fogli di carta camoscina per imballare piatti, bicchieri, ecc.

Una volta che abbiamo tutto pronto in casa, possiamo approfittarne per imballare un po' di cose alla volta senza diventare pazzi e fare tutto insieme all'ultimo minuto! È importante lasciare sempre fuori dagli scatoloni le cose di prima necessità (spazzolino, cambio vestiti, biancheria, ecc.).

#2 Organizzare il trasporto dei mobili

Se avete deciso di arrangiarvi con il trasloco, molto probabilmente vi troverete a dover gestire il problema del trasporto. Se infatti con gli scatoloni possiamo fare qualche giro in più in auto, per gli armadi ed i mobili più ingombranti diventa un problema. In questo caso vale la pena contattare una ditta di traslochi: ci costerà meno che noleggiare un furgone!

#3 Riordinare tutto nella nuova casa

Una volta che scatoloni e mobili sono stati portati nella nuova casa, il trasloco non è assolutamente finito anzi, siamo solo a metà dell'opera! Dobbiamo infatti rimettere tutto a posto e vi garantisco che non è veloce e semplice come pensate. Anche in questo caso esistono dei servizi all inclusive che fanno tutto al nostro posto, ma se abbiamo organizzato gli scatoloni in modo intelligente non dovremmo avere troppi problemi. Basta procedere passo dopo passo, riordinando una stanza alla volta.

Contatti

redazione@termolinotizie.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK